Tweet

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |


 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica




 

 

 

 

 

a cura della Redazione di Travel Carnet 

 

Islanda e Giordania, gli evergreen di 4Winds

Tramonto a Jokulsarlon sulla costa meridionale dell'Islanda. (foto 4Winds) Il fenomeno dell'aurora boreale nel sud dell'Islanda. (foto 4Winds)

Tour di trekking nella Giordania meridionale. (foto 4Winds) Il Jabal Rum Camp nel deserto del Wadi Rum. (foto 4Winds)

Un incontro con la stampa del Tour Operator 4Winds di Roma ha permesso al suo fondatore e titolare Franco Fenili di indicare l'Islanda e la Giordania come le destinazioni più emblematiche della propria attività nel mondo del turismo. Ha dichiarato Fenili: "Anche quest’anno ci accingiamo a ripetere l’iniziativa che portiamo avanti da ormai 10 anni: il tradizionale volo diretto autunnale da Roma (1-5 novembre) a Reykjavik per assistere all’aurora boreale e non solo. L’Islanda, unica nel suo genere, è un'isola caratterizzata da spettacolari paesaggi con vulcani, geyser, acque termali calde, campi di lava e imponenti ghiacciai. Nonostante la latitudine, grazie alla corrente del golfo, gode di un clima meno freddo di quanto si possa immaginare. D’inverno infatti la temperatura media si aggira intorno agli 0°". Franco Fenili ha aggiunto:  “Altra esperienza per cui stare con il naso all’insù è il viaggio nella magica Giordania per  ammirare nel deserto del Wadi Rum lo spettacolo delle stelle cadenti". E ha concluso: "Cogliamo l’occasione per mettere in risalto i nostri programmi di gruppo in partenza ogni settimana da Roma con voli Royal Jordanian, programmi che prevedono la sosta per una notte in campo tendato nel deserto del Wadi Rum, permettendo cosi di ammirare una volta stellata tra le più belle al mondo".

www.4winds.it


Per un turismo innovativo nell'Alto Mediterraneo

Il pontile di Tonfano a Marina di Pietrasanta in Versilia. (foto Comune di Pietrasanta) Il lungomare di Nizza, capitale della Costa Azzurra. (foto Interreg-Maritime) Barche da diporto nel porticciolo di Saint-Florent nella Corsica Settentrionale. (foto France-Voyage Haute Corse Departement)

La penisola del Sinis nella costa centro-occidentale della Sardegna. (foto Sardegna Turismo) Portofino e il Golfo del Tigullio nella Riviera di Levante. (foto Riviera della Liguria)

È stato presentato alla stampa, presso la sede dell'Enit, il Progetto SIS.T.IN.A, acronimo di Sistema per il turismo innovativo dell’Alto Mediterraneo, la cui finalità è quella di destagionalizzare i flussi turistici in arrivo e aumentare la permanenza nei territori, attraverso la diversificazione integrata dell’offerta e la promozione innovativa. Questo progetto di cooperazione transfrontaliera, che s'inserisce nell’ambito del Programma Europeo Marittimo 2014-2020, coinvolge 5 regioni del Mediterraneo: Sardegna, Corsica, Provenza-Alpi-Costa-Azzurra, Toscana e Liguria, e si focalizza su diporto nautico, bike, wellbeing, enogastronomia, wedding e  mototurismo. 

www.italia.it


In bici tra i borghi boemi 

Veduta aerea del Castello di Cesky Krumlov, Patrimonio Unesco 1992. (foto Krumlov Castle) Le fattorie barocche del villaggio rurale di Holasovice. (foto Czech Tourism) Il Castello di Zvikov, residenza dei primi re di Boemia. (foto Czech Tourism)

Una sala del Monastero cistercense di Vyssi Brod. (foto Czech Tourism) L'altare della chiesa nel complesso monastico di Zlata Koruna situato lungo la vallata della Moldava. (foto Czech Tourism)

Punteggiata di paesini di campagna dove il tempo pare essersi fermato, la Boemia meridionale garantisce la rete di piste ciclabili segnalate più fitta della Repubblica Ceca. Attraversano in lungo e in largo un paesaggio di stagni, viali orlati di alberi secolari, villaggi pittoreschi e città storiche. Oltre naturalmente a numerosi castelli: a Cervena Lhota, Hluboka e Cesky Krumlov (sotto tutela Unesco) e tanti altri. Patrimonio dell’Umanità Unesco, il villaggio di Holasovice è unico per il suo stile barocco rurale. La pista più lunga è la ciclabile della Moldava, che inizia sulle colline della Selva Boema, vicino a Kvilda, e termina al castello di Zvikov e tocca alcuni tra i più bei monumenti della regione: Cesky Krumlov, che è un capolavoro al di là del suo castello, il monastero di Vyssi Brod, il castello di Rozmberk  e il monastero di Zlata Koruna.

www.czechtourism.com


The Green House di Utrecht, ristorante e fattoria urbana

La cucina a vista nella sala della Green House Restaurant. (foto Green House) La zona relax. (foto Green House)

L'orto urbano. (foto Green House) Lo chef Peter Scholte. (foto Green House)

Un ristorante con terrazza che è anche fattoria urbana e green hub: è il nuovo locale The Green House di Utrecht, a breve distanza dalla Stazione Centrale. In cucina, gli chef utilizzano per le loro ricette ingredienti freschi e genuini, provenienti dall’orto urbano costruito appositamente sul tetto dell’edificio. La natura green del ristorante è evidente anche al momento del conto: è possibile infatti pagare solo con carta di credito, i contanti non sono accettati. L’edificio, inoltre, è completamente realizzato con materiali riciclati e altamente resistenti. Qui si cerca di riutilizzare ogni materiale e il rivestimento in vetro, proveniente dalla ex Knoopkazerne, è solo uno degli esempi. Inoltre, l’intero padiglione può essere smontato e rimontato, permettendo alla struttura di essere trasferita, donandole così una natura temporanea. Maggiori informazioni sul sito web

www.thegreenhouserestaurant.nl

 

www.holland.com