| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Tweet
A Tavola con lo Chef

 

 



 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli

  • L'Ottocento italiano, un percorso a Forlì
  • A Treviso foto d'autrice e terre d'Oriente
  • Appuntamenti con l'arte alla Reggia di Venaria
  • Un pittore piemontese e le sue montagne
  • Omaggio alla Donna, tra Ottocento e Novecento
  •  




     

    Alla scoperta di una corrente artistica
    che fu la quintessenza della Belle Époque 

     

    di Eugenia Sciorilli 

     

    La mostra Art Nouveau allestita nelle Sale dei Paggi alla Reggia di Venaria Reale. (foto la Venaria)

    È già passato un secolo dalla sua fioritura in tutta Europa, ma l'Art Nouveau è una corrente artistica sempre molto amata. Infatti, mentre la spettacolare Reggia di Venaria, a Torino, ospita una mostra sul tema che si protrarrà fino all'inizio del 2020, sono da segnalare alcuni eventi che quest'estate sapranno certamente catturare l'interesse degli appassionati d'arte.

    La prima edizione dell'Art Nouveau Week

    Villa Zanelli a Savona attribuita a Gottardo Gussoni. (foto Italia Liberty) Le torrette del Villino Florio a Palermo, architettura di Ernesto Basile. (foto Italia Liberty) Affresco di Galileo Chini nella Villa dei Cipressi a Varna. (foto Jonathan Dellagiacoma/Italia Liberty)

    Una sala di Villa Surre a Sarnico opera di Giuseppe Sommaruga. (foto Italia Liberty) Un edificio del complesso termale del Corallo a Livorno, monumento in corso di recupero. (foto Italia Liberty) Il Teatro Filodrammatici nel comune lombardo di Treviglio realizzato da Carlo Bedolini nel 1898. (foto Italia Liberty)

    Sculture della loggia nobile di Palazzo Atti nel quartiere Murat a Bari. (foto Carmela Sivo/Italia Liberty) Il Caffè Meletti nella centrale Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno. (foto Italia Liberty)

    Esordisce proprio quest'anno, dall'8 al 14 luglio, l'Art Nouveau Week, iniziativa a livello internazionale organizzata dall'Associazione Italia Liberty e curata da Andrea Speziali. Sono previste visite guidate, mostre, conferenze, workshop, performance e spettacoli, che coinvolgono le regioni di tutta Italia e anche numerose città d’Europa, come Vienna, Bellinzona, Londra, Parigi, Barcellona, Bruxelles, Riga, Praga, Budapest, Glasgow, Nancy, Darmstadt e Helsinki.

    Per l'occasione, sono in programma aperture al pubblico di 150 siti storici e 120 tour tematici. Più in particolare, si potranno ammirare magnifiche dimore sparse sul territorio italiano, come Villa Zanelli a Savona, le Terme del Corallo a Livorno, il Villino Florio a Palermo, la Villa I Cipressi a Gambassi Terme (Firenze), con gli affreschi di Chini e De Carolis scoperti di recente, la Villa Surre a Sarnico (Bergamo), progettata dal grande architetto Giuseppe Sommaruga. Inoltre, nello  Spazio Espositivo Italia Liberty aperto recentemente in via Aosta 17 a Milano, è allestita la mostra sul tema "Il villino Liberty. Progetti e decorazioni".

    Tante mostre, un solo tema

    Una parte degli eventi che animeranno la Settimana dell’Art Nouveau si prolungherà anche oltre la sua scadenza, come il concorso fotografico Best LibertyCity e alcune mostre. Vi proponiamo il loro elenco:

    Mostra “Liberty Mon Amour. Appunti di viaggio nella Belle Epoque”, a Varese, dall'11 luglio al 10 agosto presso il Battistero di Velate. Il percorso espositivo annovera arredi e oggetti d’arte originali di fine Ottocento e inizio Novecento.

    Alfonse Mucha, Rosa e Garofano, litografie dalla Collezione Rodolfo Caglia in mostra al Battistero di Velate a Varese. (foto Italia Liberty) Christopher Dresser, vaso in terraglia smaltata della Società Ceramica Italiana Laveno proveniente dalla Collezione Enrico Brugnoni. (foto Italia Liberty) Vaso in terraglia smaltata con montatura metallica, Collezione Enrico Brugnoni. (foto Italia Liberty)

    Mostra “Metlicovitz. L’arte del desiderio. Manifesti di un pioniere della pubblicità” a Treviso fino al 13 ottobre, nelle sale del Museo Nazionale Collezione Salce. Accanto alle opere più rappresentative, ideate per la moda, il teatro e lo spettacolo, sono esposti anche lavori meno noti.  Mostra "Donne in Liberty" a Romano Canavese (Torino) fino al 4 novembre, presso Le Jardin Fleuri, una villa del primo Novecento. Una raffigurazione della donna, tra sensualità e raffinatezza. Orari limitati a sabato e domenica dalle 15 alle 19 (ingresso gratuito).

    Leopoldo Metlicovitz, Manifesto per la Mostra del Ciclo e dell'Automobile – 1905. (foto Collezione Salce Treviso) Leopoldo Metlicovitz, Manifesto per le Distillerie Italiane di Milano, 1899. (foto Collezione Salce Treviso) Leopoldo Metlicovitz, Manifesto per il varo della Regia Nave Roma a La Spezia – 1907. (foto Collezione Salce Treviso) Pannelli esposti alla villa liberty Le Jardin Fleuri nel borgo vecchio di Romano Canavese presso Torino. (foto Italia Liberty) Pannelli esposti alla villa liberty Le Jardin Fleuri nel borgo vecchio di Romano Canavese presso Torino. (foto Italia Liberty)

    Mostra “A passi di danza. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia” a Firenze fino al 22 settembre, ospitata in due sedi espositive: Villa Bardini e Museo Stefano Bardini. Dipinti, sculture e documenti, fra i quali fotografie inedite, illustrano il legame che la fondatrice della danza moderna ebbe con l'Italia.

    Plinio Nomellini, Gioia (particolare), ritratto di Isadora Duncan. (foto Museo Stefano Bardini Firenze) Una sala della mostra dedicata a Isadora Duncan a Villa Bardini di Firenze. (foto Villa Bardini)

    www.italialiberty.it