Tweet
A TAvola con lo Chef

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


 

Tra Scandinavia e Paesi Baltici, quattro città ricche di sorprese:
 Helsinki, Tallinn, Riga e Vilnius
 

 

di Franco Martano 

 

Le immagini del servizio sono state gentilmente concesse da Ierassimo La Motta Genovese,
al quale vanno i ringraziamenti della Redazione di Travel Carnet.

 

Un viaggio a San Pietroburgo (vedi numero di settembre), oltre alle soddisfazioni e le sorprese che la città riserva, vista la sua favorevole posizione offre anche una interessante opportunità: una visita ad altri 4 paesi che si affacciano sul Mar Baltico.

 

Venditore di ortaggi al Mercato Kauppatori a nord del porto meridionale di Helsinki. (foto Ierassimo La Motta Genovese) La Cattedrale, chiesa evangelica luterana della diocesi di Helsinki sulla piazza del Senato. (foto Ierassimo La Motta Genovese) La facciata fine Ottocento del mercato coperto Kauppahalli. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

L'esterno dall'originale forma a guscio della Kamppi Chapel detta anche Cappella del Silenzio. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Una delle numerose piste ciclabili della città. (foto Ierassimo La Motta Genovese) La Temppeliaukio Kirkko, chiesa luterana scavata nella roccia. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

3 ore e mezzo di treno ad alta velocità attraverso campagne e boschi sconfinati ed eccoci ad Helsinki, capitale della Finlandia. Da molti anni Helsinki si piazza ai primissimi posti nella classifica per la qualità della vita. In effetti, tutto sembra funzionare bene, dai servizi all’assistenza sociale, ma forse per noi mediterranei, abituati ad una vita più naif, è anche troppo perfetta. La città è piuttosto piccola e facile da visitare a piedi. L’area più vivace va dalla stazione ferroviaria fino alla Piazza del Mercato (in finlandese Kuappatori), situata sul porto. Una passeggiata di 15 minuti attraverso una moderna zona pedonale e un parco curato e tranquillo (tutto è curato e tranquillo!!) e  si arriva a Kuappatori: qui tutti i giorni si svolge un mercato dove si può acquistare di tutto: dai souvenir al mobilio per casa, dal pesce fresco al maglione di lana. Accanto alla piazza, proprio sul molo, si trova Kauppahalli, il vecchio ed affascinante mercato coperto in cui potrete scegliere tra tanti e appetitosi piatti da acquistare e, tempo permettendo, gustare seduti nel dehor fronte mare. Avviatevi verso la cattedrale che domina la piazza del Senato (Senaatintori) e in pochi minuti  ecco di nuovo la stazione. A pochi passi si nota una sagoma in legno simile ad un’astronave: è la Cappella del Silenzio di Kampi,  luogo di meditazione e relax; entrate e restate qualche minuto: ne uscirete più sereni. Altro luogo da non perdere è La Chiesa nella Roccia (Temppeliaukion Kirkko). Letteralmente scavata nella roccia viva, rappresenta, più che la spiritualità, la sacralità della natura. La sua acustica perfetta la rende ideale per concerti. Una buon modo per avere una panoramica completa della città è un viaggio sul tram 3: in 40 minuti potete completare il giro al semplice costo del biglietto del tram.

 

La cattedrale ortodossa Aleksandr Nevskij di Tallinn, importante luogo di culto in stile Revival russo. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Il ciottolato del centro storico. (foto Ierassimo La Motta Genovese)  Il Castello di Toompea sede del Parlamento estone. (foto Ierassimo La Motta Genovese)  Municipio, bar e ristoranti nella centrale piazza Raekoja. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

L'ingresso di una taverna medievale. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Costumi tradizionali alla taverna medievale. (foto Ierassimo La Motta Genovese) La Maiden Tower, torre difensiva nella cinta muraria del XIV secolo. (foto Ierassimo La Motta Genovese) I moderni edifici del quartiere di Kalamaja. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Un bus storico in mostra per il Cinquantenario della Tallinn Bus Station. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

In sole 2 ore, con un comodo traghetto, si attraversa il Mar Baltico e si arriva a  Tallinn, capitale dell’Estonia. Il suo centro storico, perfettamente ristrutturato, è il paese delle favole. Viuzze acciottolate, case colorate, negozi di artigianato e mercatini plein air la rendono vivace a tutte le ore. Una facile passeggiata in salita conduce alla Città Alta, Toompea, sede di strutture governative e diplomatiche. Al di fuori delle mura, la città, seppure in rapida evoluzione, presenta ancora una architettura molto influenzata dalla dominazione sovietica. Tra le attrazioni principali il Parco di Kadriorg e il vecchio quartiere industriale Kalamaja, trasformato in un’area trendy e vivacissima, specie di sera. 

 

La Cattedrale della Natività di Cristo, chiesa madre ortodossa lettone di Riga. foto Ierassimo La Motta Genovese) La Casa delle Teste Nere sulla piazza del Municipio. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Il Palazzo degli Stemmi dei Comuni Lituani. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Edificio nell'Art Nouveau District ideato dall'architetto lituano Mikhail Eisenstein nell'Alberta Iela 2a. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

La Casa del Gatto, edificio in stile Art Nouveau del 1909 nel centro storico della città. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Il Ristorante 1221 al civico 16 della centrale Jauniela. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Un tram della linea elettrica di inizio Novecento. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

Muoversi tra Estonia, Lettonia e Lituania è facile: le distanze sono accessibili e le strade buone e poco trafficate. Esiste anche una linea ferroviaria, ma è ancora in via di sviluppo e dunque non molto efficiente. In compenso funziona una ottima rete di bus granturismo che rendono piacevole il viaggio. Da Tallinn si impiegano circa 3 ore e mezzo per raggiungere Riga, capitale della Lettonia. Una vera sorpresa, sia sotto l’aspetto architettonico che sociale. Riga è la sola città della piccola Lettonia, ma avendo subito invasioni da tutti i popoli vicini, ha assorbito le varie culture cercando di trarne il meglio. All’affascinante Stile Gotico che contraddistingue la città vecchia, fa da contrasto un incredibile Art Nouveau, che si trova principalmente nelle zone di Alberta iela, Strelnieku iela e Elizabetes iela (iela vuol dire via), facilmente raggiungibili a piedi dal centro attraversando il parco. Sembra strano, ma Riga è la città con più edifici Art Nouveau al mondo: ne conta quasi 800. Un luogo da non perdere è il Mercato Centrale, a pochi passi dalla Stazione ferroviaria e dal terminal dei bus. È ricavato da 5 enormi hangar di dirigibili in disuso e accanto ai banchi di alimentari stanno sorgendo stands dove i giovani locali si ritrovano per l’aperitivo o uno snack. All’esterno un bellissimo mercato dei fiori completa il piacere della visita.

 

La Cappella della Porta dell'Aurora a Vilnius. (foto Ierassimo La Motta Genovese) La settecentesca cattedrale metropolitana dei Santi Stanislao e Ladislao. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Il Palazzo Presidenziale, sede di uffici e residenza del Presidente della Lituania. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

La Torre di Geminas oggi sede del Museo Nazionale della Lituania. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Uzupis, quartiere di artisti situato sul fiume Vilnelé. (foto Ierassimo La Motta Genovese) Un vicolo del centro storico. (foto Ierassimo La Motta Genovese)

L’ultima tappa è Vilnius, capitale della Lituania. Anche qui si arriva col bus in circa 3 ore da Riga. Il terminal è situato nella zona nuova, in pieno sviluppo economico, e con 5 minuti di taxi si arriva in centro.  Subito una sorpresa: il Barocco trionfa in tutte le sue forme, dalle chiese alle abitazioni. La strada principale che taglia in due la città è Pilies gatvé, affollata e piacevole, con tanti artisti di strada che la vivacizzano, ma è bello inoltrarsi nei tanti vicoli e nelle stradine un po’ nascoste, dove la tranquillità permette di apprezzare la vita reale della città; girando si ha l’impressione di essere in Spagna o addirittura a Cuba: case basse, coloratissime, con bellissimi balconi in ferro battuto. Poco conosciuta ai turisti, ma molto interessante è Literatu gatvé, una strada in cui sui muri delle case sono incastonate ceramiche dedicate a poeti e scrittori lituani. Qui si trovano anche antiche botteghe e librerie di pregio. Una zona molto particolare da non perdere è la Repubblica di Uzupis. Nata nel 1998 dalla voglia di trasgressività di alcuni giovani, con un vago riferimento alla comunità di Christiania a Copenhagen, si è pian piano affermata come la zona delle libertà. Ci si trovano artisti, contestatori, sognatori e tutti quelli che vogliono sentirsi liberi. Pur essendo a tutti gli effetti territorio lituano, trasmette la voglia di essere differenti e nella sua costituzione di 41 articoli comprende, tra gli altri, il diritto all’acqua calda, il diritto a essere felici/infelici e il diritto ad essere cani. Ci si accede traversando un ponte sormontato da quello che ormai il simbolo di Uzupis: un angelo che suona una tromba.

 

Il viaggio finisce qui. È un itinerario ricco di novità e scoperte. Ci si rende conto di essere in un’Europa molto diversa da quella cui siamo abituati. Atmosfere serene, genti ospitali, cibo gustoso e, da giugno ad agosto, giornate lunghissime e luminose. Gli ingredienti per pensare ai Paesi Baltici come prossima meta ci sono tutti.



Suggerimenti per il viaggio

I 4 paesi fanno parte della Comunità Europea, quindi è sufficiente la carta d’identità.

Come arrivare:

Voli diretti da Roma e Milano per Helsinki.

Per chi parte da San Pietroburgo a Helsinki: Treno alta velocità Allegro. 2 corse al giorno dalla Stazione Finlandia.

Da Helsinki a Tallinn: numerosi traghetti giornalieri di Viking Line e Silja Line.

Da Tallinn a Riga e da Riga a Vilnius: Bus granturismo.
www.luxexpress.eu o www.ecolines.net

Da Vilnius all'Italia : voli Air Baltic www.airbaltic.com per Roma e Milano.

Dove dormire/mangiare:

Ovunque l’offerta è molto ampia e di buon livello. Prezzi contenuti, tranne ad Helsinki, dove sono più alti.


www.myhelsinki.fi

www.visittallinn.ee

www.riga.com

www.vilnius-tourism.It/en/