Tweet

 

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

   

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

 

 

di Tony E. Martini  

  Il centro storico di Egna in provincia di Bolzano. (foto Emotion Living) L'appartamento Egna dell'Albergo Diffuso Emotion Living. (foto Emotion Living) L'appartamento La Belle Etoile. (foto Emotion Living)

L'ingresso dell'Albergo Diffuso La Pietra Antica a Corfino in provincia di Lucca. (foto Albergo Diffuso Garfagnana) Il buffet di dolci dell'albergo La Pietra Antica. (foto Albergo Diffuso Garfagnana) La sala da pranzo de La Pietra Antica. (foto Albergo Diffuso Garfagnana)

Uno scorcio del borgo medievale di Castelvetere su Calore in provincia di Avellino. (foto Borgo di Castelvetere) L'alloggio Visciglieta per tre persone. (foto Borgo di Castelvetere) L'alloggio Tofa per due persone. (foto Borgo di Castelvetere)

Una sala della Residenza d'epoca Vicogranatello a Borgo di Fiume. (foto Borgo di Fiume) La camere Azalea con tre posti letto. (foto Borgo di Fiume)

L'Osteria Convivio. (foto Borgo di Fiume) I prodotti della Bottega Saperi e Sapori. (foto Borgo di Fiume)

La camera matrimoniale del trilocale de Il Mandorlo di Baressa in provincia di Oristano. (foto Albergo Diffuso Il Mandorlo) La colazione con dolci fatti in casa. (foto Albergo Diffuso Il Mandorlo) Il murales della Casa Cossu, sede dislocata in via Roma. (foto Albergo Diffuso Il Mandorlo)

Alloggiare in una dimora riportata alla vita con un sapiente recupero dopo un periodo di abbandono, fare quattro passi in un borgo dagli stretti vicoli per andare a fare colazione, depositare le chiavi dopo aver svoltato su una piazzetta... Sì, è questa la filosofia dell'albergo diffuso, una formula di ospitalità che sta sempre più prendendo piede in Italia, grazie anche all'Associazione Nazionale Alberghi Diffusi e al suo fondatore Giancarlo Dall'Ara. Camere e appartamenti accolti nelle antiche case di villaggi e minuscoli borghi, o in castelli e poderi. Un modo per rianimare un luogo antico ma quasi sperduto, il suo retaggio artistico, il suo patrimonio di gastronomia e artigianato, a stretto contatto con gli abitanti.

A puro titolo di esempio, vi segnaliamo cinque alberghi diffusi sparsi tra nord e sud, come semplice "assaggio" di un elenco ben più ricco e vario.

In Trentino-Alto Adige, l'Albergo Diffuso Emotion Living si trova a Egna, in provincia di Bolzano: 18 appartamenti nel centro storico, all’interno di tipiche case altoatesine. La struttura principale ospita la reception e la sala colazioni, mentre gli altri edifici si trovano nel raggio di 300 metri, che permettono di scoprire portici pittoreschi.

In Toscana, L’Albergo Diffuso La Pietra Antica è dislocato nel paese di Corfino in provincia di Lucca, immerso nel verde dell’alta Garfagnana e a due passi dal Parco dell’Orecchiella. La struttura principale è frutto del recupero della vecchia casa di famiglia; gli alloggi si trovano a pochi passi, all'interno del centro storico. 

In Campania, L’Albergo Diffuso Borgo di Castelvetere è inserito all’interno del suggestivo borgo medievale di Castelvetere sul Calore, in provincia di Avellino, interamente recuperato e trasformato. E’ composto di 17 alloggi, oltre a un ristorante caratteristico dove scoprire e assaporare le ricette della tradizione irpina.

In Calabria, l'Albergo Diffuso Borgo di Fiume si trova a Fiumefreddo Bruzio, in provincia di Cosenza. In posizione dominante sul mare, formato da una Residenza d’Epoca e due appartamenti (un terzo in fase di restauro), è integrato da una Bottega per l’acquisto di prodotti tipici e dal Convivio, una Enosteria con l'orto.

In Sardegna, l'Albergo Diffuso Il Mandorlo si trova nel centro storico di Baressa, in provincia di Oristano, definito "il paese dei mandorli e dei cento portali”. Vengono riproposti i tratti tipici dell’architettura rurale tradizionale della Sardegna: la corte interna, le mura di cinta e le colonne in pietra, gli ampi loggiati, l’antico pozzo.



www.alberghidiffusi.it













 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

<