Tweet

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |


 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica




 

 

 

 

 

a cura della Redazione di Travel Carnet 

Al via la stagione Esterházy 2020

Il Castello barocco Esterhàzy ad Eisenstadt nel Burgenland. (foto Andreas Hafenscher/Schloss Esterhàzy) La Sala Haydn nel Palazzo Esterhàzy costruita interamente in legno per desiderio del compositore austriaco. (foto Paul Szimak/Schloss Esterhàzy)

L'imponente complesso della Fortezza di Forchtenstein risalente al tardo medioevo. (foto Andreas Tischler/Schloss Esterhàzy) La Camera dei Tesori della Famiglia Esterhàzy nella Fortezza di Forchtenstein. (foto Andreas Hafenscher/Schloss Esterhàzy) Una sala del Museo della Natura ospitato nel Castello di Lakenbach. (foto Lennard Lindner/Schloss Esteràzy)

La terrazza sulla Cava romana di St. Margarethen, Patrimonio Unesco 2001. (foto Andreas Tischler/Schloss Esterhàzy) La Cava di St. Margarethen, luogo di festival lirici e concerti di artisti internazionali. (foto   Burgenland Turismo)

Anche nel 2020 presso i poli culturali del Burgenland, ovvero il Castello Esterházy di Eisenstadt, la fortezza di Forchtenstein e il Castello di Lackenbach, proporranno ai visitatori esperienze molto particolari. La nuova stagione aprirà i battenti agli inizi di aprile in tutte e tre le sedi.

Il 5 aprile al Castello Esterházy, in occasione dell’apertura di stagione, i giovani visitatori potranno ammirare un affascinante percorso delle fate e dei folletti che sarà aperto al pubblico solo in questa data per l’apertura della nuova mostra sulla scalinata principale del castello.

Alla fortezza di Forchtenstein la nuova stagione prenderà il via il 4 e il 5 aprile con un variopinto mercato di Pasqua e un ricchissimo programma per grandi e piccini.

Il 1° aprile riaprirà anche il Museo naturale del Castello di Lackenbach che offrirà ai numerosi visitatori scorci interessanti sui diversi habitat naturali quali la foresta, la campagna, il paesaggio fluviale e quello lacustre.

A partire dall’8 luglio la cava di pietra di St. Margarethen sarà avvolta dall’atmosfera asiatica della “Turandot”, di cui il brano “Nessun dorma” è una delle arie più famose dell’intera letteratura operistica. Il capolavoro di Giacomo Puccini sarà in scena fino al 15 agosto 2020.

www.esterhazy.at

 


Le Città del Vino
tra Palio delle Botti e Calici di Stelle

Il borgo di Furore e il suo suggestivo fiordo sulla Costiera amalfitana. (foto Città del Vino) Il Palio delle Botti ad Avio in provincia di Trento. (foto Città del Vino) I vigneti ai margini di San Pietro in Cariano, cuore della Valpolicella Classica. (foto Turismo Valpolicella)

La squadra di Refrontolo, comune in provincia di Treviso tappa finale del Palio delle Botti 2020. (foto Città del Vino) Folla di visitatori lungo le vie del centro storico di Bolzano in occasione dell'evento Calici di Stelle. (foto Movimento Turismo del Vino) Degustazione di vini al Castello aragonese di Ortona durante una serata di Calici di Stelle. (foto Movimento Turismo del Vino)

Il 2020 si presenta come un anno ricco di eventi e appuntamenti culturali per le Città del Vino, la rete dei Comuni a vocazione vinicola (430 in Italia), a partire dal Palio Nazionale delle Botti, una manifestazione nata nel 2007 per il ventennale dell’Associazione Nazionale Città del Vino, fondata a Siena nel 1987. 

L’evento unisce l’orgoglio comunale e di bandiera a una giostra d’ispirazione medievale con l’obiettivo di promuovere i territori coinvolti e arricchire il calendario dei Comuni di eventi e appuntamenti. Queste finora le tappe in calendario: Furore (SA) 4 aprile; San Pietro in Cariano (VR) 1 maggio; Suvereto (LI) 2 maggio; Vittorio Veneto (TV) 20 giugno; Brentino Belluno (VR) 5 luglio; Maggiora (NO) 19 luglio; Bianco (RC) 12 agosto; Serrone (FR) 22 agosto; Avio (TN) 6 settembre; San Gusmè (SI) 13 settembre; Santa Venerina (CT) 20 settembre. La tappa finale, che si svolge ogni anno in una Città del Vino diversa, è in programma il 4 ottobre a Refrontolo (TV), nel bellissimo paesaggio Unesco delle colline di Conegliano Valdobbiadene.

È invece prevista dal 2 al 16 agosto 2020 la nuova edizione di Calici di Stelle, la più grande manifestazione enoturistica nelle piazze, nei borghi e nelle cantine di tutta Italia. Questo atteso evento estivo è organizzato dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con le Città del Vino. Dalla Val d’Aosta alla Sicilia, in coincidenza con il meraviglioso spettacolo delle stelle cadenti, sono in programma tante degustazioni dei migliori vini della Penisola, abbinate a musica, teatro, design, arte, dibattiti culturali e appuntamenti con l’Unione Italiana Astrofili per ammirare la volta stellata.

www.cittadelvino.it