Tweet
www.veledicarta.it
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica.

Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli   

 


 

a cura della Redazione di Travel Carnet

 

 

Dopo il Giappone e l’Irlanda, continuiamo i nostri giri virtuali alla scoperta della gastronomia in vari angoli del pianeta. È la volta dei Paesi Bassi, che possono riservare numerose sorprese all’insegna della prelibatezza.


Sapori di Mare del Nord

Il pontile di Scheveningen e la grande ruota panoramica. (foto Turismo Olandese) Veduta aerea del Kurhaus, ottocentesco albergo a cinque stelle con affaccio sulla spiaggia di Scheveningen. (foto Turismo Olandese) Un pescatore solitario nelle acque del Mare del Nord. (foto Turismo Olandese)

Le antiche tradizioni marinare degli olandesi hanno contribuito alla creazione di una moderna flotta di pesca, e l'Olanda è attualmente all'avanguardia nel campo della pesca sostenibile. Le acque costiere del Mare del Nord offrono un'ampia varietà di specie ittiche, tra cui platesse, sogliole, aringhe, sgombri, merluzzi.

Oltre che per le sue imbarcazioni, la storica località marittima di Scheveningen è nota per la quotidiana asta del pesce che rappresenta un legame essenziale tra i pescatori e i commercianti e fa sì che il pescato del giorno passi dal mare alla tavola nel giro di poche ore. L'animata asta inizia alle sette del mattino, non appena il pesce è stato scaricato dalle barche. In tutta l’Olanda ci sono molte opportunità di assaggiare il pesce fresco del Mare del Nord, dai ristoranti di specialità di mare di alto livello fino ai venditori ambulanti di aringhe fresche e 'kibbeling' (pezzi di merluzzo del Mare del Nord fritti in pastella).


Squisiti frutti di mare della Zelanda

Allevamento di cozze nel National Park Oosterschelde, paradiso di pesca e birdwatching. (foto National Park Oosterschelde) Le ostriche della provincia della Zelanda. (foto Turismo Olandese) Le cozze giganti servite sull'isola di Schouwen-Duivenland nella Zelanda. (foto Turismo Olandese) Spuntino di aringhe crude accompagnate da pane, cipolle e cetriolini. (foto Nederlands Visbureau)

Circondata dal mare da tutti i lati e ricca di fertili terre agricole, la Zelanda è rinomata per i suoi numerosi prodotti tipici. Le ostriche, le cozze e persino i granchi vengono tutti allevati e raccolti nell'Oosterschelde e Westerschelde e nel Mare del Nord. 

La cozza della Zelanda viene allevata nell'Oosterschelde. Le cozze vengono cucinate per pochi istanti con una spruzzata di vino bianco e un po' di cipolla, sedano e carota. Inoltre, in Zelanda sono presenti due diversi tipi di ostriche, quella piatta - leggermente più esclusiva e viene consumata soprattutto cruda con un tocco di pepe e succo di limone - e quella selvaggia, servita grigliata o cruda. La stagione delle ostriche va da settembre a giugno. Per quanto riguarda il granchio, quello della Zelanda vive libero e isolato nell'Oosterschelde e presenta quindi un delicato gusto dolce che lo rende unico. La stagione dei granchi va dalla fine di marzo alla metà di luglio. 


La Valle del formaggio: Gouda, e non solo...

Paesaggio nei dintorni di Krimpenerwaard nella Valle del Formaggio. (foto Turismo Olandese) Il settimanale mercato del formaggio sulla piazza dell'antico Municipio di Gouda. (foto VVV Gouda) L'ampia offerta di formaggi in un punto vendita di Gouda. (foto Jan Bijl/Turismo Olandese)

Il boerenkaas, il formaggio del contadino di produzione della famiglia De Graaf a Brodegraven. (foto De Graaf Cheese Farm)

I formaggi sono amatissimi dagli olandesi, fin dall’epoca medievale. Non ê un caso, quindi, che l'Olanda ospiti la cosiddetta Valle del Formaggio, formata da quattro regioni: Gouda, Bodegraven-Reeuwijk, Woerden e Krimpenerwaard. Attualmente nella regione di Gouda sono attivi circa 300 fattori che producono il 'boerenkaas' (formaggio del contadino), e il mercato del formaggio di Gouda (che si svolge quasi tutti i giovedì da aprile fino ad agosto) presenta un quadro pittoresco della ricca storia e dell'interessante cultura della regione.


La tripla A del Brabante settentrionale

Il delta del fiume Mosa nel Brabante settentrionale al confine con il Belgio. (foto Turismo Olandese) L'asparago bianco del Brabante, prezioso ortaggio coltivato in terreno sabbioso. (foto Visit Brabant) Le aardbei, fragole brabantine note come le regine dell'estate. (foto Visit Brabant)

Le ansjovis, acciughe presenti nelle secche della Schelda. (foto Visit Brabant)

Una delle curiosità culinarie più appetitose nei Paesi Bassi è quella della tripla A del Brabante settentrionale, che trova il suo periodo tra la primavera e l’estate (maggio, giugno e luglio). La prima A indica l’asperge, ovvero l'asparago, che si distingue per il suo sapore leggermente salato. L'altro prodotto locale che inizia con la 'A' è l’aardbei, ossia la fragola, che dopo la raccolta si presta come base per squisite creazioni gastronomiche. Infine, l'ultima 'A' è quella dell'ansjovis, cioè l’acciuga, gustoso pesce salato che viene a riprodursi nelle secche dell'Oosterschelde. 



www.holland.com/it/