Tweet
A TAvola con lo Chef

 


 

 

HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli   

 


 


Un’immersione nella natura,
tra Mediterraneo e spicchi di Liguria

 

a cura della Redazione di Travel Carnet

 

Il Golfo di La Spezia noto anche come il Golfo dei Poeti. (cartina Provincia di La Spezia) La Val Magra in provincia di La Spezia. (cartina Provincia di La Spezia)

L’Alta Via del Golfo è un sentiero panoramico per tutte le stagioni, particolarmente affascinante in inverno, in quello splendido angolo di territorio ligure che è la Riviera di Ponente. Percorre tutto il crinale che circonda il Golfo della Spezia da una punta all'altra, da Porto Venere a Bocca di Magra. Questo percorso si sviluppa in prevalenza su strade secondarie, talvolta indugia fra tortuosi sentieri che attraversano terrazzamenti (a vigneto o uliveto), orti e giardini. Quando le trova, riutilizza le “crose”, le vecchie strade a gradini dell'entroterra spezzino. Non comporta alcuna difficoltà tecnica. La sua altimetria, sebbene non arrivi mai a un'altezza superiore a 600 metri, è però piuttosto movimentata dovendo assecondare tutte le valli e le dorsali. 

A piedi il sentiero è suddiviso in cinque tappe, con punti d'accesso agevoli, molto vicini alla città e ben serviti dai mezzi di trasporto pubblico. I punti tappa sono Porto Venere, Campiglia, la Foce, Buonviaggio, Lerici e Bocca di Magra. Ma molti altri punti intermedi possono essere utilizzati all'occorrenza per raggiungere o lasciare il sentiero. In corrispondenza di tutti i punti tappa è possibile trovare strutture ricettive (alberghiere o extralberghiere), adatte a tutte le esigenze.  

 

Prima tappa:
da Porto Venere a Campiglia

La nota dominante di questa prima tappa, con partenza da una località che è stata iscritta (insieme alle Cinque Terre) nel Patrimonio dell’Umanità Unesco, è la rigogliosa macchia mediterranea: lentisco, mirto, corbezzolo, ginestra e altre specie aromatiche.

Lunghezza: 4,6 km
Tempo di percorrenza: 3 ore circa
Dislivello: 500 m circa

Sviluppo: Porto Venere (0 m) – Bivio variante 1a (167 m) – Bivio Monte Castellana (249 m) – Sella di Derbi (191 m) – Pitone (305 m) – Bocca del Cavalìn (351 m) – Campiglia (399 m).

 

Seconda tappa:
Da Campiglia alla Foce

Il punto di attrazione di questa seconda tappa è il Santuario della Madonna della Guardia (295 m), dove si può ammirare una delle più belle e ampie vedute panoramiche della città di La Spezia e del suo golfo.

Lunghezza: 7,8 km
Tempo di percorrenza: 2,30 ore circa
Dislivello: 163 m circa

Sviluppo: Campiglia (399 m) – Stalazzo (436 m) – Sella Scogliarini (486 m) –
Sella Derisola (496 m) – Cimitero di Biassa (336 m) – Biassa (314 m) –
Canale di Piazza (305 m) – Madonna della Guardia (295 m) – Bersedo (355 m) –
S. Anna (310 m) – La Foce (240 m).

 

Terza tappa:
dalla Foce a Buonviaggio

È una tappa “contemplativa”, con molti scorci panoramici.

Lunghezza: 4,6 km
Tempo di percorrenza: 3 ore circa
Dislivello: 500 m circa

Sviluppo: La Foce (240 m) – Marinasco (285 m) – Valdurasca (156 m) –
Costa dei Bravi (266 m) – Via Montalbano (220 m) - Trivio (263 m) – Case Ratti (304 m) – Montalbano (342 m) – Valeriano (228 m) – Cimitero (200 m) – Buonviaggio (115 m).

 

Quarta tappa:
da Buonviaggio a Lerici (Barcola)

L’attrazione fondamentale di questa lunga tappa è il punto panoramico nei pressi di Lerici, in località Bellavista, da cui si può godere di una magnifica vista sul Golfo dei Poeti e sulle isole dell’arcipelago di Porto Venere.

Lunghezza: 10,5 km
Tempo di percorrenza: 3,30 ore circa
Dislivello: 344 m circa

Sviluppo: Buonviaggio (115 m) – Carozzo (157 m) – Bivio Beverone (142 m) –
San Venerio (149 m) – Bivio M. Beverone (205 m) – Termo della Spezia (44 m) –
Villa Belvedere (135 m) – Baccano (135 m) – Bivio di Pitelli (156 m) – Culmine (228 m) –
Passo della Cisterna (180 m) – Pugliola (121 m) – Barcola (98 m).

 

Quinta tappa:
da Lerici (Barcola) a Bocca di Magra

Ques’ultima tappa è particolarmente suggestiva: offre diverse vedute panoramiche, boschi, uliveti e un suggestivo orto botanico, realizzato dall’Ente Parco di Montemarcello-Magra, il cui belvedere permette di scorgere le spiagge della Versilia e le cime delle Alpi Apuane. Giunti a Bocca di Magra, da visitare la villa romana, e per finire una sosta presso il porticciolo.

Lunghezza: 10,2 km
Tempo di percorrenza: 3,30 ore circa
Dislivello: 425 m circa

Sviluppo:Barcola (98 m) – Catene (138 m) – Serra (160 m) – Fornace (316 m) –
Bivio M. Gruzza (376 m) – Pian della Chiesa (335 m) – Zanego (216 m) – Ristorante (275 m) – M. Murlo (362 m) – Cimitero (209 m) – Montemarcello (260 m) – Bocca di Magra (2 m)

 

http://siti.provincia.sp.it